Di antica origine etrusca, il borgo medievale di Sorano, posto al centro delle “terre del tufo”, si estende ai piedi della trecentesca Rocca degli Orsini, uno dei più imponenti impianti di ingegneria militare dell’epoca. Sorano è definita la "Matera della Toscana", per i numerosi edifici rupestri scavati nel tufo, che ricordano i celebri Sassi.

Nacque come antico possedimento della famiglia Aldobrandeschi, ma il territorio comunale era già abitato sin dal periodo etrusco, come dimostrano i notevoli ritrovamenti di insediamenti e necropoli antiche. Dopo il matrimonio tra Anastasia, erede degli Aldobrandeschi, e Romano Orsini nel 1293, il controllo di Sorano passò alla famiglia Orsini.

Alla fine del XVI secolo, con la caduta della contea degli Orsini, Sorano passò in mano ai Medici, che lo inglobarono nel Granducato di Toscana agli inizi del secolo successivo assieme alla vicina Pitigliano.

Nel territorio di Sorano sono di sicuro interesse numerose architetture religiose, civili e militari.